In albo turgore


Bianca Mannu – In albo turgore

DENTRO LA PAROLA

Una poesia della poetessa e scrittrice Bianca Mannu – Tratta dalla silloge ALLUCI SCALZI – Disegno di Bianca Mannu

In albo turgore
 (Operaia pendolare)


Di bellezza
non altro segno
che non sia questa
tua giovinezza
chiusa in un sonno
immemore e stanco.
Da te Eros sembra fuggito
– da te –
se mai t’ha sfiorato il suo incanto.
Così sulle tue labbra – pur piene –
pare ogni apollinea grazia estinta
e scontare in albo turgore
infinita fame di sonno
archiviato a credito
di  nottate al neon
di fatica manuale
ancor più  impressa
sulle  piccole mani
dai capolini corrosi
abbandonate sul grembo
come consunti pennelli
ridotti alla ghiera.

      Bianca Mannu        
(Da  Alluci  scalzi  - Ed.Youcanprint 2013)

Riconoscibile subito il fraseggio pittorico di Bianca in questa poesia. Quasi un quadro fiammingo il ritratto dell’operaia addormentata nel treno: le mani abbandonate sul grembo e le dita corrose dall’uso si stagliano sulla scena…

View original post 119 altre parole

Inserisci QUI sotto

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.