La morale di Santander: Esordio.


Copertina 1

ESORDIO:

 

Le circostanze esterne sembravano voler far credere che il lungo e grigio inverno
non sarebbe mai più terminato. Il primo Lunedì mattina di Marzo però, dopo un
interminabile periodo d’assenza, il miglior amico dell’umanità cominciò a sciorinare
massicce dosi di radiazioni elettromagnetiche, irraggiando disinvoltamente senza
scegliere e con la sua consueta semplicità. Con ritmi non frenetici.
L’astro del cielo e la sua cadenza rilassata potrebbe far obiettare i ben informati e i
benpensanti, fargli insinuare che stesse ancora cazzeggiando, invece non fu così.
Rilassato e privo del peccato originale che grava su chi vuole stare in croce, il Sole
sbucò dal culmine di una montagna situata piuttosto distante dalla campagnola casa
di Filindeu. Distratto da un profondo ma tormentato sonno, l’uomo non si era
accorto che la stella diurna avesse sgranato l’occhiolino al cielo, finalmente sgombro
di nubi. Quando l’etere prese a vibrare di un sereno e denso azzurro, cosciente del
proprio valore anche nelle proprie piccolezze, l’uomo si destò:
—È un seducente scintillio elettrostatico… mi sta illuminando le palpebre… —
Penetrate nella stanza grazie ad uno speciale infisso importato in occidente dalla già
evoluta Persia dei tempi passati, le folgori di luce rapirono Filindeu, distogliendo la
sua instabile attenzione da un ricorrente ed enigmatico sogno. Appassionato dal
delicato compito onirico, il visionario era intento a dedicare tutte le sue energie
nell’avventurosa restaurazione dell’illuminante infisso, questione che in un sogno
già successo, l’aveva spinto ad utilizzare una tinta trasparente, smalto che con ogni
probabilità avrebbe valorizzato le brune venature del chiaro e ignoto legno.
Nonostante avesse gli occhi ancora serrati a causa del tergiversato dormiveglia, le
sue palpebre si rilassarono e si lasciarono coccolare dalla luce. Per un attimo i
pensieri maturarono e lui si ritrovò a riflettere sulle culture differenti dalla sua,
arrivando a dedurre che è dall’unione delle diversità che nasce lo straordinario.
Le sollecitate intenzioni notturne di Filindeu, traevano origine dal fatto che fosse in
vista dei quaranta e che per altrui scelte non disponesse di uno stipendio. Il lavoro
l’aveva smarrito da anni e i tempi in cui la parola disoccupazione gli procurava delle
legittime preoccupazioni, erano passati. La sua nuova vita aveva trasformato le
inquietudini in benefici, proprio come gli veniva naturale ai tempi in cui era ancora
un infante. Era stato un bambino prodigio, il migliore, il primo, il modello che le
mamme additavano ai propri pargoli come giusto e sano esempio di crescita. Cosa
gli stava accadendo, perché quegli incubi notturni?
Richiamata dai tormentati muggiti del maschio di casa, la sua compagna di vita Irma
si svegliò. Donna tutta d’un pezzo e dai concetti vitali che meritano venerazione, con
gli occhi coscienti e il cuore collegato alla testa, cominciò ad osservarlo. Filindeu
aveva ancora gli occhi chiusi, ciononostante, con la testa aveva cominciato a
farneticare lievi movimenti verso il basso e verso l’alto, cercando di distinguere gli
sbalzi di luce proiettati dal Sole e filtrati dall’imposta. Irma capì che bisognava
anticipare la burrasca in arrivo, occorreva spronarlo, offrirgli un’altra direzione.

 

Per continuare a leggere, iniziando dalla prima pagina, clicca QUI

 

Per ordinare La morale di Santander senza spese di spedizione 

al prezzo di copertina di 13 euro

 utilizza questa mail:

giuseppecartablog@gmail.com

 

 

L’eccentrica copertina di La morale di Santander: creata dagli amici.

leggi QUI

 

 

Il caso editore1

 

 

 

 

Inserisci QUI sotto

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.