Giancarlo Economo e il suo meritato geltOUb!

Ricordiamo che Giancarlo Economo ha vinto il Contest letterario geltOUb 2017! Complimenti!geltOUB-Economo-geltOUB-Economo

Giancarlo Economo

 Lezione di vita

Era conosciuta come la pazza che sussurra. Si vedeva spesso per strada quando pioveva, sempre senza ombrello. Guardava in alto e sembrava seguire una goccia precisa e, quando questa incontrava una pozza, la sua testa dava l’impressione di rimbalzare leggermente. Rideva felice saltellando disordinatamente. La si vedeva sovente sussurare volgendo la testa, come se accanto avesse qualcuno, E allora mi rattristavo al pensiero di quanto si dovesse sentire sola e di come la solitudine l’avesse resa folle.Avrei voluto avvicinarla ma mi sentivo in imbarazzo di fronte alle sue stranezze. E poi cosa avrei potuto chiederle? Con chi stesse parlando? A che scopo? Anche quella notte avevo dormito malissimo. Decisi, quindi, di alzarmi per cercare di spezzare quel cerchio opprimente. E quello che vidi allo specchio non mi piacque per niente. Di fronte c’era un altro me molto più vecchio, spalle curve e rughe d’espressione mai notate. Mi recai barcollando in cucina e cercai sollievo nel rito quotidiano del riempire il filtro della moka, e, mentre sorseggiavo il caffè bollente, mi resi conto che la mia vita era completamente insignificante. Allora decisi di uscire di casa frettolosamente, quasi ad “inseguire il mio tempo vuoto di senso, con un senso di vuoto”, parafrasando il maestro Battiato. Me la trovai di fronte senza riuscire a formulare la fatidica domanda. E fu allora che la pazza mi parlò: “Vedi, ho passato la mia vita a cercar di capire chi fossi ed ora che mi sono trovata ho tante cose da raccontarmi”.

Annunci

2 pensieri su “Giancarlo Economo e il suo meritato geltOUb!

  1. Un premio più che meritato dal nostro caro Giancarlo, sia per la profonda umanità che emana da questo suo breve racconto, sia per lo strepitoso finale a sorpresa, che induce a riflettere su quanto la realtà superi sempre le nostre fantasie.
    E la spiazzante rivelazione che il cuore umano possa celare dentro di sé risorse infinite, che non riusciamo neanche a immaginare…
    L’ho riletto più volte, e trovo che ad ogni lettura successiva emergano sempre nuovi elementi e nuovi particolari a conferire spessore al racconto.
    (Donatella Sarchini)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...