Luca Sarzi Amadè, L’ANTENATO NEL CASSETTO. MANUALE DI SCIENZA GENEALOGICA.


Come cercare i propri antenati? Tutto l’occorrente nel libro di Sarzi Amadè.
 Oltre quarant’anni di ricerche genealogiche in archivi pubblici e privati finalmente sintetizzati a Vostro uso e consumo: “L’antenato nel cassetto. Manuale di scienza genealogica”: 350 pagine, 14 capitoli, centinaia di illustrazioni, accuratamente commentate, diversi glossari (dei termini di parentela, dei termini storici, dei termini di tempo, eccetera).
L’autore accompagna per mano il lettore, quale che ne sia il livello culturale, alla riscoperta del passato. Si può ricostruire un albero genealogico per finalità storiche, biografiche, e persino mediche, come il volume spiega con dovizia di curiosità e piacevoli aneddoti  (ossia nel tipico stile di Sarzi Amadè).
 Avevate idee preconcette sulla genealogia (che giustamente l’autore definisce “una scienza”)? Bene: Sarzi Amadè vi schiaffa nei primi capitoli l’albero genealogico di Cristoforo Colombo, dove si evince che il vero scopritore delle Americhe non è l’uomo ricordato su lapidi ed enciclopedie, bensì un suo cugino ed omonimo. Pensavate che i cognomi si fossero formati tutti nella stessa epoca? Altra smentita: in alcune zone d’Italia i cognomi risalgono generalmente al medioevo, in altre soltanto all’800.
 Un capitolo infatti è dedicato all’origine dei cognomi, un altro alla storia dell’anagrafe e dello Stato Civile, un altro agli archivi parrocchiali, un altro agli archivi vescovili, un altro agli archivi di Stato….e chi più ne ha più ne metta.
 Non manca un capitolo sui trabocchetti, un altro sui termini storici oggi desueti, un altro…sulla ricerca in internet, con decine e decine di link indispensabili (ed utili raccomandazioni ad evitare di essere raggirati). E se volete continuare l’indagine all’estero? il volume vi spiega anche questo (come proseguire in qualunque Paese del mondo).
 Di solito il primo scoglio per il profano è costituito dalle abbreviazioni, che ricorrono nei manoscritti (di norma, si sa, in latino). Bene: in appendice ne troverete elencate (e spiegate) più di 500. E se non vi bastano, il manuale vi indirizza ad una serie di altri volumi, specializzati nelle varie occorrenze.
 E poiché la ricerca oggi non può prescindere dalla genetica, il libro vi spiega anche come ritrovare le radici per linea paterna e materna, partendo da un semplice prelievo di saliva (cioè dal vostro DNA). Potrete così scoprire se discendete dai romani oppure dai cartaginesi, o magari -chissà- dai mongoli. E naturalmente ne illustra gli inevitabili limiti e i rischi di errore.
 Pur dedicando un capitolo anche alla nobiltà (che molti curiosi si aspettano di trovare, come meritato frutto della fatica spesa per cercarla), Sarzi Amadè dà uno schiaffo alle discriminazioni. Nessuna regione d’Italia è stata esclusa dalla trattazione, nessuna minoranza (ebrei, albanesi, zingari…). Molto spazio spetta alla Sardegna, con intere pagine di documenti in lingua catalana, sarda e spagnola, ma soprattutto con le dovute, divertenti spiegazioni. Pensiamo al censimento di Cagliari, con la famiglia Savoia al completo, rifugiatasi sulla nostra isola per sfuggire all’invasione napoleonica!
“Utilissimo manuale di scienza genealogica redatto con puntiglioso, ma al tempo stesso anche umile spirito di servizio” lo definisce nella prefazione uno storico del calibro di Franco Cardini, che rincara: “guida preziosa e indispensabile  per chiunque voglia o debba addentrarsi in quella che per i profani è una selva oscura e per gli adepti una divina foresta spessa e viva”.
Prefazione di Franco Cardini, Mimesis Edizioni, euro 28

Inserisci QUI sotto

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.