Castagnetto acustico 2013

Castagnetto Acustico 2013

21 giugno 2013
Quando il gioco si fa duro, i duri ballano!

Il luogo di ritrovo è un castagneto sulle Alpi Marittime……Cuneo……

Jamsession musicale libera dall’energia elettrica, dai soldi e dalla money. Naturalmente, l‘arte sarà accompagnata dal vino.

Durante un tramonto jazz, il solstizio d’estate ci condurrà nella spontaneità  del bosco, dove centomila alberi narrano la pace e  l’incontro necessario tra simili.

giuseppe carta

http://www.geronimocarbono.org/si-puo-fare-e-rifare/il-castagneto-acustico/

Questo spazio facebook è aperto a proposte, partendo dalla premessa che tutto s’ha ancora da decidere.

“Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ci scambiamo le mele, avremo sempre una mela ciascuno.
Ma se tu hai un’idea e io ho un’idea, e ci scambiamo le idee, allora avremo entrambi due idee”.
George Bernard Shaw

Il Castagneto Acustico è un esperimento di festa spontanea, che vuole coniugare le diverse forme di bellezza.

Musica, teatro, cinema e letteratura, ma anche cucina, cultura, controcultura e proposte si incontrano nella stupenda cornice di un castagneto immerso nelle Alpi Marittime, per celebrare il solstizio d’estate.

L’esperimento è nato nel 2011, e ha visto la partecipazione di musicisti provenienti dai diversi generi musicali, tra fiaccole e alberi secolari.

L’energia positiva che è scaturita dal multiplo incontro tra le persone presenti non si è ancora esaurita, e spinge verso l’ideazione di un Castagneto Acustico 2012 allargato ad ogni disciplina e proposta, spalmato nello spazio di due giorni e una notte.

Un bosco magico in cui gli ospiti possano perdersi a loro piacere, e trovare musicisti, scrittori, cuochi, vagabondi, proiezioni, contadini, filosofi e poeti con cui interagire.

il pane del castagnetto

Oliver River Gess Band, jazz anni 30.
Set di percussioni e strumenti africani.
Vitello Tornadoes in jam sassion
Giuseppe Carta, poeta.
Gumala, che vuol dire “luna”, in filippino.
Qualcuno volerà tra gli alberi.
Land Art, per il solstizio d’estate.
Antica canzone napoletana.
Hobos everywhere.
E tu cosa farai?

Io?

visioni dal periscopio emozionale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...